Animali velenosi – Cubo medusa

Avispa marina cropped.png
By Avispa marina.jpg: Guido Gautsch, Toyota, Japan derivative work: Mithril (talk) – Avispa marina.jpg, CC BY-SA 2.0, Link

E’ diffusa nei mari settentrionali dell’Australia e nella zona tropicale della Nuova Guinea soprattutto tra novembre e maggio. Si riproduce negli estuari dei fiumi dove sono stati ritrovati i polpi precursori della forma adulta della medusa.
La campana di cui è composto il “cubo” del corpo della medusa misura circa 30 cm e i lunghissimi tentacoli che si porta dietro, e che sono muniti di nematocisti, organuli che espellono i pericolosissimi aghi che iniettano il veleno, quando sono estesi per la caccia sono lunghi circa 3 metri.

E’ di colore azzurro e quindi in acqua è praticamente invisibile e può raggiungere la velocità di 7 km/h. Poichè la sua dieta è composta soprattutto di piccoli e veloci pesci il suo veleno è rapido e paralizzante. Cacciano soprattutto di giorno e sono prede delle tartarughe di mare che sono immuni al loro veleno.
Quando i nematocisti dei tentacoli della medusa espellono gli aghi che iniettano il veleno si prova istantaneamente un dolore fortissimo e bruciante. Il veleno provoca ustioni sulla pelle colpita e le tossine raggiungono  velocemente il cuore e i polmoni della vittima arrestandone il movimento. Si muore per arresto cardiaco o respiratorio o entrambi nel giro di 3 minuti.

Se non si muore la superficie cutanea colpita andrà in necrosi e rimarranno delle profonde cicatrici nella zona colpita, inoltre il dolore, non solo alla zona colpita ma generalizzato a tutti i muscoli del corpo, perdura per molto tempo, in alcuni casi anche 6 settimane.
La maggior parte delle persone colpite dalla vespa di mare sopravvive anche perchè in genere le aree di pelle colpite sono piccole ed esiste un antidoto efficace.
Il suo veleno è 80 volte più potente di quello di un mamba nero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...