Perché le patate possono fare male?

La Patata è un tubero, che quindi vegeta sottoterra e se esposto all’aria può subire alterazioni. In particolare la patata produce solanina, sostanza tossica presente anche in pomodori e melanzane, la cui ingestione in elevate quantità provoca sonnolenza, emolisi e problemi gastrici e se assunta in dosi molto elevate può risultare mortale. La solanina può anche provocare malformazioni nel feto qualora a mangiare i tuberi alterati fosse una donna incinta.

Nelle patate la solanina si concentra soprattutto in foglie e fusti ma inizia a formarsi anche nei tuberi se esposti alla luce solare. Patate verdognole e piene di germogli o dall’aspetto vecchio e rugoso contengono maggiori quantità di solanina. Importante per evitare ciò è la conservazione, che deve avvenire in luogo buio, asciutto e fresco.
I nostri sensi, poi, ci avvisano del pericolo: al di sopra dei 14 mg/100g le patate assumono un sapore amarognolo e intorno a 20 mg/100g, limite di concentrazione oltre il quale diventano pericolose, generano una sensazione di bruciore nella bocca e nella gola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...