Scoperti misteriosi buchi neri super massicci

Gli scienziati hanno scoperto 5 buchi neri supermassicci in precedenza nascosti alla vista. La ricerca suggerisce che ci sono milioni di altri buchi neri nascosti là fuori.
Gli astronomi hanno trovato prove dell’esistenza di una vasta popolazione di buchi neri supermassicci nascosti nell’universo.
Utilizzando il Nuclear Spectroscopic Telescope Array (NuSTAR), l’osservatorio satellitare della NASA, un team di scienziati internazionali ha rilevato i raggi X ad alta energia provenienti da cinque buchi neri supermassicci in precedenza nascosti alla visione diretta da polveri e gas.
La ricerca supporta la teoria secondo la quale esistono potenzialmente milioni di buchi neri supermassicci nell’universo, solo che sono nascosti alla vista.

I risultati sono stati presentati oggi (6 luglio) presso il Royal Astronomical Society Nazional Astronomy Meeting, a Venue Cymru, a Llandudno, Galles.

Gli scienziati hanno puntato NUSTAR verso nove oggetti che si sospettava fossero dei buchi neri supermassicci nascosti, e che si pensava essere estremamente attivi al centro delle galassie, zone nelle quali la reale portata di questa attività è stata nascosta per anni alla nostra vista.

I raggi X ad alta energia emessi dai cinque buchi neri scoperti hanno confermato che la loro esistenza ci era stata nascosta da polveri e gas. I cinque oggetti erano molto più brillanti e più attivi di quanto si pensasse, in quanto banchettavano rapidamente con il materiale che li circondava ed emettevano grandi quantità di radiazioni nell’area circostante.
Queste osservazioni non erano possibili prima di NuSTAR, che è stato lanciato nel 2012 ed è in grado di rilevare una quantità maggiore di raggi X ad alta energia rispetto agli osservatori satellitari precedenti.
L’autore principale della ricerca, George Lansbury, è un laureato del Centre for Extragalactic Astronomy, presso la Durham University.
Lansbury ci ha detto: “Per lungo tempo abbiamo saputo dei buchi neri supermassivi che non sono oscurati dalla polvere e dai gas, ma avevamo il sospetto che molti altri fossero nascosti alla nostra vista.

Grazie a NUSTAR per la prima volta siamo stati in grado di vedere chiaramente questi mostri nascosti che si supponeva fossero lì, ma che erano rimasti sfuggenti a causa del loro essere ‘nascosti’.

Anche se abbiamo rilevato solo cinque di questi buchi neri supermassicci nascosti, quando estrapoliamo i risultati per tutto l’intero Universo allora i numeri diventano enormi, in accordo con quello che ci si aspetterebbe di vedere.
Per saperne di più dalla Royal Astronomical Society

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...