Il primo in assoluto? La scoperta, forse, di un cimitero filisteo.

Un cimitero di 3.000 anni fa in cui si trovano le ossa di circa 200 individui è stato scoperto ad Ashkelon, Israele, ed è stato salutato come il primo (e unico) cimitero filisteo mai trovato.
Se provata scientificamente, la scoperta rivelerà molto su un popolo misterioso conosciuto come i Filistei. L’evidenza archeologica suggerisce che i Filistei vennero da una regione del Mar Egeo, insieme ad altri gruppi di persone, nel corso del 12° secolo a.C., in un’epoca in cui le città e civiltà in Grecia e nel Medio Oriente stavano crollando.
Secondo la Bibbia ebraica I Filistei combatterono una serie di battaglie contro gli Israeliani. Il conflitto tra il gigante filisteo Golia e il re di Israele Davide (che era armato solo di una fionda) è il più famoso incontro. Poco si sa circa le pratiche di sepoltura di questa cultura, dicono gli archeologi.
Tuttavia, gli esperti non sono ancora convinti dell’affermazione, e dicono che l’identità delle persone sepolte al cimitero Ashkelon non è chiara e la scoperta stessa non è stata pubblicata sun una rivista scientifica. A confondere ancora di più le acque, anche altre sepolture si trovano in note città filistee, anche se non sono mai state confermate, ed hanno anch’esse diritto al titolo di “primo cimitero filisteo scoperto”.
Gli archeologi sono in attesa di vedere ciò che la pubblicazione scientifica dei dati rilevati dal cimitero Ashkelon mostrerà. “Anche se il cimitero filisteo di Ashkelon ha ricevuto molta attenzione dai media, il quadro archeologico completo professionale attende ancora ulteriori chiarimenti“, ha detto Shlomo Bunimovitz, professore di archeologia all’Università di Tel Aviv in Israele.
Gli scienziati che si occupano dello scavo riconoscono che altre sepolture individuate come filistee sono state trovate prima, ma dicono che le loro scoperte mostrano che la maggior parte delle scoperte del passato sono state erroneamente identificate come “filistee”.
Il novantanove per cento di capitoli e articoli scritti sui costumi funerari Filistei dovrebbero essere rivisti o ignorati, ora che abbiamo il primo e unico cimitero filisteo, trovato appena fuori le mura della città di Tel Ashkelon, una delle cinque città principali dei Filistei,” dice nel comunicato stampa che annuncia il ritrovamento il co-direttore della spedizione Lawrence Stager, professore alla Harvard University nel Massachusetts .

Queste persone erano Filistei?
La datazione al radiocarbonio e l’analisi dei vasi del cimitero indicano che la zona di sepoltura era in uso tra la fine dell’11° secolo aC e l’inizio del 7° secolo aC, ha detto Daniel Master, professore al Wheaton College in Illinois e co-direttore degli scavi a Ashkelon.
Durante questo periodo di tempo, Ashkelon era una città filistea, così come Ashdod, Ekron, Gath e Gaza, secondo i testi antichi.
Abbiamo molta fiducia nel fatto che Ashkelon sia stata un’importante città filistea in questo periodo per via di una convergenza di testi antecedenti e successivi provenienti dall’Egitto, dalla Bibbia ebraica, dall’Assiria e da Babilonia,” afferma Master. Egli ha anche notato che gli stili di sepoltura visti al cimitero appaiono diversi da quelli di altri gruppi che vivevano nella regione, come i Cananei.
Amihai Mazar, professore di archeologia presso l’Università Ebraica di Gerusalemme, pensa che la risposta sia più complessa. Precedenti studi archeologici indicano che i Filistei sono arrivati in Israele dalla regione del Mar Egeo durante il 12° secolo aC, ha detto a Live Science in un’intervista.
Nel 10° secolo aC, i Filistei si sono mescolati con la popolazione locale e cananea adottando le tradizioni locali, nonché i manufatti e le pratiche Cananei, dice Mazar.
Ha inoltre aggiunto che mentre “potete chiamare il [cimitero] filisteo,” ci possono essere differenze tra come le persone venivano sepolte in questo cimitero vecchio di 3.000 anni e il modo in cui sarebbero state sepolte 3.200 anni fa, quando i Filistei erano i nuovi arrivati nella regione.
Immagini del cimitero pubblicato dai media mostrano numerosi vasi fenici e una struttura con elementi architettonici fenici, dice Mazar, aggiungendo che queste caratteristiche suggeriscono che alcune delle persone sepolte nel cimitero potrebbe essere mercanti fenici, piuttosto che Filistei.
Master è d’accordo sul fatto che non tutte le persone sepolte nel cimitero fossero filistee. “Nessuno può essere sicuro dell’appartenenza di ogni persona in ogni antico cimitero“, ha detto.
Inoltre, le persone sepolte nel cimitero potrebbero non aver pensato a se stessi come a Filistei e possono a loro volta essersi identificati più con la città in cui vivevano o con le loro pratiche religiose, ha detto Raz Kletter, un professore di teologia presso l’Università di Helsinki, in Finlandia .
Kletter non contesta che le persone sepolte ad Ashkelon abbiano usato una serie di oggetti che gli archeologi moderni identificano come appartenenti ai Filistei. Tuttavia, questo non significa che le persone sepolte lì pensassero a se stessi come Filistei, ha detto.
Non sappiamo come essi [i Filistei] si consideravano, avendo poche fonti scritte che sono per lo più provenienti dal di fuori della cultura Filistea“, ha detto Kletter. “Le persone che vivevano nell’età del ferro Filistea potevano identificare se’ stessi per città o per religione, e non necessariamente come gruppo etnico“.
E’ il primo cimitero filisteo mai scoperto?
Né Mazar né Kletter sono d’accordo con l’affermazione che il cimitero trovato alla Ashkelon sia l’unico cimitero di filisteo noto.
Kletter sta’ scavando una città antica in Israele chiamata Yavneh, che, dice, contiene anche manufatti che possono essere identificati come “filistei”. Inoltre, lui e i suoi colleghi hanno scoperto un cimitero nei pressi, che hanno descritto sulla rivista Atiqot nel 2015. Questo cimitero risale ad un periodo in cui i testi antichi dicono che Yavneh era una città filistea. “Credo che la gente lì sepolta [nel cimitero di Yavneh] fosse filistea“, ha detto Kletter.
Altri siti con sepolture che potrebbero essere considerate “filistee” erano già stati precedentemente scoperti sia da Kletter che da Mazar.
Per esempio, un cimitero filisteo ad Azor, un sito che si trova nei pressi della moderna Tel Aviv, è stato scavato nel 1950 dal defunto archeologo Moshe Dothan, ha detto Mazar. Inoltre, alcuni archeologi considerano alcune sepolture scavate nel sud di Israele dall’archeologo britannico Sir Flinders Petrie un secolo fa filisteo, ha aggiunto Mazar.
Ashkelon non è la ‘prima’, ma è certamente una scoperta importante“, ha detto Kletter.
Identificare una sepoltura come quella di un filisteo è difficile perché gli archeologi devono usare antichi documenti delle aree che i Filistei hanno governato e cercare di confermare, con i manufatti che trovano, che le persone in un cimitero sono filistee e non provenienti da altri gruppi. Questi risultati sono pubblicati in riviste scientifiche e possono essere oggetto di dibattito che potrà andare avanti per molti anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...